Giacomo Chiappori è un imprenditore turistico ed un politico italiano.

Dopo aver lavorato come dirigente d'azienda nel settore edilizio, ha proseguito l'attività familiare, Camping Ondina a Cervo (IM)

In politica, nel 1989 aderisce alla Lega Nord dove ricopre diversi incarichi: segretario della sezione Golfo Dianese, segretario provinciale di Imperia, segretario della Lega Nord Liguria (1994-1998), membro del Consiglio Federale della Lega Nord, presidente della Guardia Nazionale Padana.

Eletto alla Camera dei deputati nel 1996, ricopre l'incarico di capogruppo della Lega Nord in seno alla Commissione Attività Produttive. Nel 1996 ricopre il ruolo di vicecapogruppo della Lega Nord alla Camera , Il 23 aprile 1995 è il candidato della Lega Nord per la Presidenza della Liguria e ottiene circa il 6,6%, partecipa alla stesura della nuova "Legge Quadro del Turismo" e alla messa a regime del Trattato di Schengen nel settore Turistico. Si fa inoltre conoscere in quanto primo firmatario della proposta di legge sulla castrazione chimica.

Nel 2001 viene eletto Sindaco di Villa Faraldi, carica alla quale viene riconfermato nel 2006 con circa l'80% dei consensi.

Nel 2002 viene nominato dal Ministro delle Attività Produttive Antonio Marzano consigliere di amministrazione dell'Ente Nazionale Turismo Italiano. Rappresentare l'Italia al World Travel Market di Londra, alla prima Fiera Turistica Cinese di Shanghai e a New York per occuparsi dell'acquisto della nuova sede dell'Istituto Nazionale per il Commercio Estero. È stato inoltre responsabile del progetto Italy World.

Nel 2003, su espresso mandato di Umberto Bossi, crea un movimento politico denominato "Alleanza Federalista", di fatto emanazione della Lega Nord nel Centro-Sud. Rieletto alla Camera dei deputati nella XVI Legislatura, per il Partito Lega Nord nella Circoscrizione Lombardia 1. È Vicepresidente della Commissione Difesa della Camera. Dal 4 ottobre 2011 al 16 novembre 2011 è membro della Commissione Esteri della Camera in sostituzione del Ministro delle Riforme Umberto Bossi.

Nel 2006 viene rieletto Sindaco del comune di Villa Faraldi in provincia di Imperia con la percentuale eclatante del 79,9% dei voti.

Dal 2008 è nuovamente deputato alla Camera per la Lega Nord.

Il 16 maggio del 2011 è stato eletto alla carica di Sindaco di Diano Marina (IM), con una percentuale del 48,37% e riconfermato primo cittadino nelle elezioni amministrative del 5 giugno 2016.

L'11 maggio 2017 è eletto alla carica di Consigliere della Provincia di Imperia con 3.543 voti ponderali, dopo le elezioni il Presidente della Provincia assegna al neoeletto Consigliere le deleghe per i Trasporti e Turismo; sempre nel 2017 è nominato dall'Assemblea dell'ANCI Liguria Coordinatore della Commissione Immigrazione ed in tale veste si occupa, tra l'altro, del delicato dossier del Centro di Accoglienza di Ventimiglia, al confine con la Francia.

Dal 2017 è anche Vice Presidente di ANCI Liguria.

Nel 2018 è eletto dai Sindaci della Provincia di Imperia, Presidente del Comitato Tecnico della società consortile pubblica Rivieracqua che gestisce il servizio idrico integrato della Provincia di Imperia.

Il 30 luglio 2020, non convidendo la deriva statalista della Lega di Salvini Premier, pur rimanendo un militante tesserato nella Lega Nord per l'Indipendenza della Padania annuncia di volersi candidare alla presidenza della Regione Liguria con la sua lista Grande Liguria, appoggiata dai movimenti autonomisti e federalisti del Nord Italia.

Puoi contattare Giacomo alla mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.