La proposta di riforma economico previdenziale ideata da Giuliano Brighenti

Riforma economica.it è un sito di libera divulgazione. E' stato creato allo scopo di diffondere in rete la proposta di riforma economico previdenziale ideata da Giuliano Brighenti.

Tale modello, se applicato alla lettera, è in grado di abbattere il debito pubblico, riaprire il mercato del lavoro alle giovani generazioni e riportare il pensionamento di ciascun cittadino a 35 anni di contributi versati, in uno scenario economico rinnovato e ripulito dalla attuale eccessiva speculazione finanziaria. Il modello finirà per mettere a nudo l'incapacità e inutilità della politica sul problema debito pubblico, dove tutti affermano cosa ci sia da fare ma nessuno dice mai come. Nel sito troverai inoltre notizie e video sulle azioni da attivista politico compiute sempre da Giuliano Brighenti. 

Qui di seguito voglio delucidare in modo chiaro e di volta in volta il perché dei risultati che si ottengono dall'applicazione integrale senza deroghe della proposta politica www.riformaeconomica.it.

Oggi tocca al perché cala la pressione fiscale del 32.50%.
Le regole della bilancia commerciale dettano quanto segue:
1) 100 mld di € in meno di debito pubblico equivalgono in percentuale all'1% da qui né consegue che 2500 mld di € che è l'ammontare del debito pubblico attuale risulta essere il 25% .
Le regole sopra dette stabiliscono che è sempre previsto che al calo corrisponda un aumento dell'interesse in conto capitale della metà e la metà di 25 è 12.50 pertanto 25+12.50=37.50 da qui bisogna togliere il tasso legale di sconto italiano che è del 4.50 pertanto
37.50% - 4.50% = 32.50

La proposta di riforma economico previdenziale ideata da Giuliano Brighenti

La proposta di riforma economico previdenziale ideata da Giuliano Brighenti

Riforma economica.it è un sito di libera divulgazione. E' stato creato allo scopo di diffondere in rete la proposta di riforma economico previdenziale ideata da Giuliano Brighenti.

Tale modello, se applicato alla lettera, è in grado di abbattere il debito pubblico, riaprire il mercato del lavoro alle giovani generazioni e riportare il pensionamento di ciascun cittadino a 35 anni di contributi versati, in uno scenario economico rinnovato e ripulito dalla attuale eccessiva speculazione finanziaria. Il modello finirà per mettere a nudo l'incapacità e inutilità della politica sul problema debito pubblico, dove tutti affermano cosa ci sia da fare ma nessuno dice mai come. Nel sito troverai inoltre notizie e video sulle azioni da attivista politico compiute sempre da Giuliano Brighenti. 

Qui di seguito voglio delucidare in modo chiaro e di volta in volta il perché dei risultati che si ottengono dall'applicazione integrale senza deroghe della proposta politica www.riformaeconomica.it.

Oggi tocca al perché cala la pressione fiscale del 32.50%.
Le regole della bilancia commerciale dettano quanto segue:
1) 100 mld di € in meno di debito pubblico equivalgono in percentuale all'1% da qui né consegue che 2500 mld di € che è l'ammontare del debito pubblico attuale risulta essere il 25% .
Le regole sopra dette stabiliscono che è sempre previsto che al calo corrisponda un aumento dell'interesse in conto capitale della metà e la metà di 25 è 12.50 pertanto 25+12.50=37.50 da qui bisogna togliere il tasso legale di sconto italiano che è del 4.50 pertanto
37.50% - 4.50% = 32.50