Molti elettori mi chiedono cosa voterò al referendum sul taglio dei parlamentari del 20 e 21 settembre.

Dico subito che quella del taglio è stata una delle tante stupide idee partorite dal governo giallo verde, annegato per fortuna nei mojito del Papeete un anno fa.

Si tratta infatti di una finta riforma con la quale il Sistema centralista ormai marcio vorrebbe far credere che è in grado auto-pulirsi e autorigenetarsi.

Figurarsi, il Sistema lo conosco bene: come ammoniva il gattopardo, in realtà, si finge di cambiare tutto per non cambiare nulla.

Quindi il voto al referendum è un inutile trucco romano.

Tuttavia, tra tutte le opzioni possibili e lecite, votare NO ha un sicuro vantaggio: se la finta riforma del "fu governo" giallo verde fosse respinta, i 5 stelle sparirebbero nel nulla, dato che la loro funzione di gate  keepers sarebbe scoperta e diventerebbero inutili per chi dirige il Sistema.

Votare NO allora può servire a far tornare i grillini da dove sono arrivati.

Pensateci!

Giacomo Chiappori