Come tutti sanno in Italia prospera un regime centralista che nega i più elementari diritti, tra i quali quello all'informazione.

Non a caso l'Italia vanta il primato mondiale di analfabeti funzionali e non a caso l'Italia è nella classifica mondiale sulla libertà di stampa tra Trinidad e Tobago ed il Botswana.

In queste elezioni regionali liguri la candidatura di Grande Liguria, una lista di persone normali che vogliono occuparsi solo della loro terra senza prendere ordini dai partiti romani e la discesa in campo di Chiappori, che conosce bene le trappole dei partiti, hanno gettato nel panico l'apparato romano, di cui Toti e Sansa sono i garanti liguri.

Ecco allora partire l'ordine di oscurare Chiappori!

Ed ecco subito allinearsi un altro organo di regime:  l'articolo pubblicato domenica a firma Mario De Fazio e Marco Menduni a pagina 7 de La Stampa laddove si arriva al punto di affermare senza alcun ritegno che "I candidati sono dieci, ma tutti i sondaggi (e più dei sondaggi la ragione) dicono che sarà sfida a due. Da una parte Toti ..... Dall'altra parte c'è Sansa".

Incredibile articolo  in regime di “par condicio” in  cui sono riportate peraltro le foto di 4 dei dieci candidati e quella di Chiappori non è stata pubblicata. Naturalmente ieri abbiamo denunciato al Corecom, altro organo del Deep State, non tanto perché crediamo che risolverà qualcosa, ma solo per dimostrare ai più testardi a quale livello di regime siamo arrivati.

Seguiteci quindi sul nostro sito www.grandeliguria.org e sul sito di Chiappori www.giacomochiappori.it

Giacomo Chiappori

Più lette

  • Settimana

  • Mese

  • Tutti